Quando il cardiofrequenzimetro diventa un accessorio di moda: Fitbit Charge 2

Se pensi che un cardiofrequenzimetro sia solo questione di praticità e tecnica ti sbagli. O meglio, forse non sei aggiornato rispetto alle ultime tendenze del settore. Se un tempo i cardiofrequenzimetri erano prerogativa esclusiva di esperti del settore e tecnici, ora non è più così. Non solo i cardiofrequenzimetri sono diventati alleati quasi essenziali per i nostri allenamenti quotidiani, non solo tracciano la storia e la cronologia di ciò che facciamo da svegli e anche nel sonno. Ecco la novità, i cardiofrequenzimetri sono diventati dei veri e proprio accessori di stile.

Per un attimo smettete di considerarli come degli oggetti funzionali ad una rilevazione scientifica o tecnica e provate a immaginarli come un accessorio glam da aggiungere al nostro outfit per andare in palestra e non solo. Perché se è vero che i cardiofrequenzimetri sono diventati parte integrante delle nostre giornate, è anche vero che non si vuole più rinunciare all’eleganza che, anche quando si tratta di rilevatori del battito cardiaco non può e non deve essere data per scontata. Da qui ecco i primi modelli di cardiofrequenzimetro che coniugano la bellezza e il design estetico con le prestazioni tecniche, perché avere un buon risultato non deve per forza significare rinunciare al buon gusto.

Fitbit in questo senso è all’avanguardia e non solo ha creato una serie di apparecchi con la possibilità di scegliere il colore del cinturino. La ditta Fitbit, che ha fatto dei dispositivi di rilevazioni la vera punta di diamante della sua offerta, ha cominciato a proporre articoli con inserti in oro, che somigliano più ad un gioiello piuttosto che ad un cardiofrequenzimetro. Il modello Fitbit Charge 2 prevede la possibilità di cambiare i cinturini, per adattarsi al look, diverso ogni giorno: si va dal prugna al lavanda, dal blu al verde acqua. Ci sono anche veri e propri modelli di stile, firmati dai più famosi designer del momento.