Aloe Ferox e Aloe Vera: quali sono le differenze?

L'aloe è da tutti riconosciuta come la regina delle piante curative. Tale definizione deriva dall'enorme lista di benefici che fin dall'antichità le sono stati attribuiti. Il suo succo e in particolare il suo gel, infatti, sono stati utilizzati da sempre per disintossicare, depurare, nutrire l'organismo, o per lenire e cicatrizzare ferite, infiammazioni, punture di insetto e via dicendo.

Proprio questa sua enorme versalità e sicurezza ( non si è mai riscontrato un effetto tossico per abuso di aloe) l'ha resa pressochè onnipresente in ogni prodotto di benessere naturale.
A questo punto è bene precisare che in natura esistono oltre 250 specie di aloe e non hanno tutte hanno le stesse proprietà salutari e medicinali.
Ecco perchè alcuni tipi di aloe si prestano meglio a determinati tipi di esigenze, rispetto ad altre.
Se l'Aloe Arborescens è da tutti ritenuta la migliore per proprietà terapeutiche, e l' Aloe Vera è invece considerata il miglior compromesso tra principi attivi e facilità di lavorazione, ecco che l'Aloe Ferox si è distinta per il suo "Bitter Aloes". Originaria del nord Africa, l'Aloe Ferox può raggiungere i 5 metri di altezza e si contraddistingue per un lungo fiore rosso.

Grazie alle sue proprietà depurative e lassative, l'Aloe Ferox riesce ad accelerare il consumo di zuccheri e grassi per la produzione di energia. Tale aumento del metabolismo, insieme alla capacità di migliorare la digestione e di eliminare le tossine, lo ha reso un prodotto dimagrante naturale estremamente efficace soprattutto nello scioglimento dei grassi accumulati nella zona delle gambe, dell'addome e dei fianchi. Chiunque l'abbia provata, in commercio si può trovare facilmente sotto forma di capsule o succo, non ha potuto non riconoscere la sua efficacia nell'eliminazione del senso della fame, del gonfiore tipico di chi soffre di disturbi intestinali e della suo potere depurante.

Come ogni prodotto dimagrante, è sconsigliato in caso di allattamento o gravidanza ed è potenzialmente pericolosa per i bambini sotto i 10 anni o per chi ha problemi di diabete. E' sconsigliata poi per chi soffre di problemi intestinali come la sindrome del colon irritabile, per chi ha problemi renali e nei periodi immediatamente precedenti ad interventi chirurgici.